Servizi efficienti, finanze solide e ambiente sostenibile, i nostri valori per la nostra comunità.

Con Voi per Manno. Ripartiamo!

corner
corner

18 aprile 2021

Elezioni comunali

corner
corner

Ripartiamo! Le nostre mozioni per il rilancio.

Al Consiglio comunale di lunedì 12 aprile 2021 abbiamo presentato le seguenti mozioni,

per ripartire al più presto:

COVID 19: Nuove misure straordinarie

Egregio Signor Presidente,

gentili colleghe,

egregi colleghi,

 

il perdurare della pandemia sta estendendo tutt’ora le sue conseguenze. Alcuni settori sembrano essere toccati maggiormente (ristorazione e turismo in particolare) mentre che altri stanno mettendo in campo ogni risorsa per poter superare questo periodo in maniera la meno traumatica possibile. Poche aziende hanno tratto beneficio da questa situazione: per lo più per motivi contingenti (alcuni settori legati a beni sanitari o il settore informatico) o per uno spostamento indotto della domanda (come e-commerce). Non possiamo trascurare però l’anello più debole della catena: i lavoratori. Come già fatto dal Municipio l’anno scorso, il PLR, tramite la presente mozione, vuole riproporre delle misure a sostegno dell’assunzione di apprendisti al primo anno allargando la fascia anche ai lavoratori al loro primo inserimento (al termine del tirocinio, dopo formazioni superiori). Il Cantone giusto in questi giorni ha dato una traccia sulla quale vorrebbe operare. È quindi possibile rafforzare queste misure, ed esserne complementari.

 

Qui di seguito facciamo alcune proposte a dipendenza dei destinatari

 

Apprendisti 

Il Cantone dovrebbe decidere nelle prossime settimane se ripresentare un’iniziativa come nel 2020 per l’anno formativo 2021-2022. L’anno scorso il Cantone aveva concesso contributi a fondo perso per CHF  2'000.-- per assunzione/primo anno. Si chiede pertanto al Municipio di rinnovare l’azione alle stesse condizioni poste l’anno scorso. 

  

Giovani al primo impiego 

Secondo quanto pubblicato dal Cantone “l’incentivo all’assunzione di giovani al primo impiego permette di incoraggiare l’assunzione di apprendisti al termine del loro apprendistato e di giovani al termine della loro formazione. A questo scopo, il Cantone può accordare ai datori di lavoro un aiuto finanziario corrispondente al 20% del salario, per un massimo di dodici mesi”. 

 

Il Comune di Manno potrebbe intervenire in maniera sussidiaria, per le aziende insediate a Manno, sulle seguenti basi: 

  • chi è oggetto di un primo impiego:
    a) deve dimostrare di essere residente/domiciliato in Ticino almeno da 12 mesi prima dell’assunzione;
    b) dovrà comprovare che durante l’attività lavorativa avrà mantenuto il domicilio/residenza in Ticino per ulteriori 24 mesi;

  • per poter ottenere l’aiuto finanziario l’impiego minimo presso la stessa azienda è di due anni; 

  • il Comune concede un aiuto pari al 10% dello stipendio versato per i primi 12 mesi, al massimo CHF 5400.- per anno (CHF 450.- al mese). La richiesta deve essere presentata dall’azienda al più tardi tre mesi dopo l’assunzione: vincolante è la presentazione della copia del contratto di lavoro firmato da entrambe le parti. Saranno prese in considerazione unicamente le assunzioni con entrata in servizio fino al 31 dicembre 2021;

  • Il pagamento all’azienda avverrà a 24 mesi dal primo giorno di impiego; la relativa richiesta dovrà essere corredata di un attestato che ne certifica l’impiego nella stessa azienda per almeno 24 mesi (esempio certificato AVS ecc.).

Con la massima stima.

 

Doris Barchi, Antonella Ferroni, Fabio Compagno, Nicola Compagno, Fabio Sirchia

Un sostegno mirato ai giovani

Egregio Signor Presidente,

gentili colleghe,

egregi colleghi,

 

Il COVID non ha causato solo disagi economici o enfatizzato quelle fragilità esistenti già prima della pandemia. Sempre di più si fa strada l’accentuazione di un disagio giovanile derivante da effetti indiretti della pandemia, come ad esempio l’isolamento sociale, l’aumento del rischio di malattie psichiatriche e dei suicidi; purtroppo non si parla unicamente di gravi problemi tra gli adulti, ma addirittura tra adolescenti. Con la presente mozione, come PLR riteniamo che si debba intervenire al più presto sostenendo quelle fasce di età particolarmente esposte a questi rischi, e creando, con azioni concrete e immediate, quelle occasioni di aggregazione generazionale e intergenerazionale che rivestano un carattere duraturo nel tempo e che mettano in valore le risorse dei giovani. 

In particolare cogliamo l’occasione per lanciare alcune proposte:

 

  • organizzare almeno un incontro all’anno, con la partecipazione di relatori esterni, che abbia al centro tematiche di attualità rivolte ai giovani; 

  • valutare la possibilità di sostenere finanziariamente una tantum  giovani meritevoli nel campo della cultura, della formazione, dell’arte e dello sport; 

  • poter sostenere finanziariamente con contributi una tantum attività innovative e nuove iniziative lanciate da giovani; 

  • sostenere con contributi una tantum la partecipazione di gruppi di giovani a manifestazioni culturali o musicali su suolo cantonale o in altri cantoni; 

  • organizzare almeno una volta l’anno un’attività che abbia al centro l’interazione tra più generazioni;

  • continuare ad organizzare almeno una volta l’anno un incontro e la visita di un’azienda posta sul nostro territorio ampliando la fascia di età delle persone coinvolte;

  • implementare qualsiasi altro tipo di attività che abbia come obiettivo la socializzazione, l’aggregazione e l’integrazione; 

  • coinvolgere o demandare a singoli/gruppi di giovani interessati la cura e l’utilizzo a carattere agricolo di uno dei terreni di proprietà del Comune mettendo a loro disposizione le infrastrutture necessarie e dando loro la possibilità di poter usufruire di una consulenza specialistica; 

  • favorire la costituzione di un gruppo di giovani che con il supporto di un esperto d’arte (ad esempio il curatore dell’archivio Filippini) possa organizzare su più anni mostre di giovani (e meno giovani) artisti ticinesi.

 

Questi sono alcuni esempi di attività che si possono implementare in favore dei giovani. A tal proposito, proponiamo l’elaborazione di un Regolamento comunale volto al raggiungimento di questi obiettivi. 

 

In considerazione di quanto esposto, invitiamo il Lodevole Consiglio comunale a voler 

 

Con la massima stima.

 

Doris Barchi, Antonella Ferroni, Fabio Compagno, Nicola Compagno, Fabio Sirchia